Chi sono

Ciao, sono Federica Coscino,
sono nata a Napoli, dove vivo quasi da sempre, a parte una piccola pausa romana. E’ stato proprio il mio allontanamento a rafforzare le mie radici partenopee. Così quando ho deciso di intraprendere gli studi in Storia dell’Arte, ho scelto di realizzarli a Napoli. Ero consapevole che il mio percorso formativo e lavorativo, sarebbe stato, forse, più complesso ed incerto che altrove, ma volendomi dedicare all’Estetica ed anche all’Antropologia, la Campania era il luogo ideale!


Contattami

Amica Turistica

Tel / +39 3355731645
email / info@amicaturistica.it


Napoli è una trama di vicoli, un grembo colmo di suoni, odori, umori, vita. Una luce intensa ed immensa, rischiara e definisce il profilo del suo Golfo, per nascondere e proteggere i misteri della città di sotto.


Veli millenari esoterici, avvolgono, stringono, legano, le sue anime differenti, celando il suo volto intimo.

Per capire e conoscere profondamente et simbolicamente Napoli, si deve entrare nella sua ombra, nelle pieghe, insenature, tagli, nel ventre della città invisibile. Il cuore millenario, mutevole, cangiante, che pulsa silente e svela il suo battito, secondo lo sguardo del dove, lascia definire le sfumature del suo vissuto, solo a chi desidera ascoltare…e…saper guardare.

Visitare la Napoli sotterranea, segreta; l’altra città – parallela – nascosta, è un’esperienza da cercare e ricercare.

Dove percorrere i luoghi delle sirene, sibille, fantasmi, streghe, munacielli, teschi, pozzi magici, anime del Purgatorio, dei sopravvissuti, dove avvenivano gli esperimenti alchemici, i culti di Iside e Mitra, et poi i riti satanici e della camorra.

Napoli è un’immensa Cattedrale verticale, scavata nel tufo, sospesa nel vuoto, che lega e trattiene attraverso la pietra dolce e porosa delle sue fondamenta originarie: grotte, caverne, tunnel, antri, acquedotti, rifugi, passaggi, gallerie. Un legare – legame – che deriva dalla sua nascita, dal canto – incanto della Sirena fondante la città, la sua voce vive nell’eco della sua tomba, una morte benefica, che dona melodia alla nostra terra, ovunque.


albertini_rid_1

Entrate nel corpo di Napoli, lasciatevi alle spalle la città “en plein air”, chiudete gli occhi per essere rapiti dal silenzio, respirate il tufo, ascoltate il rumore delle acque sotterrane, accedete alla terra di confine: la Porta – fine ed inizio; – spazio sacro. Il regno dei morti, delle antiche popolazioni sotterranee, delle creature mitiche, demoni alati, donne-uccello, sirene, dee, sacerdotesse, monache ribelli, regine. Un universo al femminile legato al mistero.
Una “città – donna”, che seduce da 3000 anni.

Fate un viaggio esoterico nell’oltretomba, ma senza paura, le anime del Purgatorio, vi porteranno fortuna, e vi daranno i numeri da giocare al Lotto, se voi sarete gentili con loro.

Perdetevi, dove il futuro si nasconde con il passato, lasciatevi toccare dal vento della conoscenza, cercate le foglie, agitate e confuse, dalla Sibilla, per offuscare la sequenza del vostro cammino…

Ritrovatevi, grazie al Ramo d’oro, di una stella – guida – di Sire, la sirena innocente che perturba e illumina i nostri passi terrestri da sempre.

Attaccatevi al filo d’Arianna, secolare e immortale, tessuto dai primi greci, allungato alla guerra contemporanea, rintracciabile nei depositi vietati, murati, nella metropolitana contemporanea, nei parcheggi abusivi.



“Lasciatevi guidare in un labirinto lunare, all’ombra di una luce Caravaggesca”

Napoli è una città di disgrazie, nata introno ad una tomba, cresciuta tra catacombe et ossuari, adagiata su di una valle di morti, sospesa nel vuoto del Purgatorio sotterraneo e terrestre, vivificata dal tremore dei vulcani.

“Napoli è una città che conosce profondamente la morte, e per questo ha imparato a saper vivere così bene”

Se siete interessati alla “città – anima” di Napoli, insolita, inedita, potrò accompagnarvi, guidarvi, prendervi per mano per condurvi in un viaggio mitologico e magico nel sottosuolo.

Non esiste un circuito unico e collegato, ma centinaia di cavità sotterranee a Napoli e nella Regione Campania.


La selezione degli itinerari segreti che vi propongo – visite guidate inedite di:


La città di Napoli
- Napoli sotterranea
- La Napoli sotterranea
- Scavi di San Lorenzo Maggiore
- Tunnel Borbonico
- Museo del sottosuolo

Catacombe 
-San Gennaro
-San Gaudioso

Ipogei greci
- Cristallini
- Santa Maria Antesaecula

Cripte
- Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco
- San Pietro ad Aram
- San Severo

Cimiteri
- delle Fontanelle
- delle 366 fosse

Sotterranei
- Castel Capuano
- Maschio Angioino
- Certosa di San Martino

Gallerie e Grotte
- Crypta Neapolitana
- Grotta Seiano

Nella Regione Campania
- Piscina Mirabilis
- Antro Sibilla

Alcuni itinerari della Napoli sotterranea, sono gestiti, da Associazioni private, con il servizio di guide interne. In questi determinati casi, il mio ruolo sarà di mediazione, nel proporvi ed illustrarvi i differenti percorsi del sottosuolo. La scelta avverrà in accordo con le vostre richieste ed interessi. E sarà funzionale al vostro programma personalizzato, in termini di giorni, ed orari utili, relativi ai quartieri prescelti per le visite guidate. Mi occuperò della prenotazione, accompagnandovi presso le strutture.